Blog: http://marika.ilcannocchiale.it

Sanatoria multe, la Moratti conferma E Pisapia apre: sì, se è a favore dei cittadini

Il sindaco: ipotesi allo studio. L'avvocato: «Ok, ma il centrodestra tenta di svendere Milano»


MILANO - È una battaglia a colpi di comizi, polemiche e reciproche denunce di aggressioni, ma anche di promesse su multe e Ecopass quella per la poltrona a sindaco di Milano che si sta consumando traLetizia Moratti e Giuliano Pisapia.



SANATORIA - Dopo le voci circolate sabato, il sindaco Pdl ha confermato che l'amministrazione sta in effetti studiando un intervento sulle sanzioni amministrative per le infrazioni del codice della strada, dal momento che molte multe sono state annullate dalla magistratura dopo i ricorsi, avvalorando così l'indiscrezione di una possibile sanatoria delle ammende. Dal canto suo, un po' a sorpresa, anche il candidato di centrosinistra non ha chiuso alla possibilità di un condono delle ammende. Ribadendo comunque che il centrodestra «tenta di svendere parte di Milano, fumi e promesse che non saranno mantenute». «Se è una sanatoria che va a favore dei cittadini e non incide pesantemente sulle casse del Comune - ha spiegato l'avvocato - nessun problema: sarà un impegno che potrò prendere». Comunque «voglio verificare - ha aggiunto -, e credo che non l'abbia fatto l'attuale sindaco, le conseguenze di questa scelta». «A Milano - ha concluso - si può iniziare una nuova fase di dialogo con la città. Ma questo si può fare solo con un nuovo sindaco, non con uno che non ha fatto nulla in cinque anni». «Noi abbiamo avuto da parte del Tar - è stata la spiegazione della Moratti in merito alla sanatoria delle multe - tanti annullamenti di multe e i nostri tecnici da tempo stanno valutando che cosa fare». il primo cittadino non ha comunque spiegato se l'eventuale sanatoria possa riguardare tutte le sanzioni o solamente quelle che sono state impugnate dai cittadini davanti agli organismi giurisdizionali preposti. «Non lo so - ha replicato alle richieste di chiarimento da parte dei cronisti - è una valutazione che stanno facendo i nostri tecnici che hanno da tempo grandi problemi rispetto agli annullamenti che il Tar ha fatto contro le nostre multe».

ECOPASS - Quanto all'Ecopass la Moratti ha rimandato a lunedì ogni spiegazione tecnica sulla fattibilità economica della abolizione di Ecopass per i residenti e della gratuità della sosta per i residenti, assicurando fin d'ora che sia questo intervento che quello sulle multe troveranno copertura finanziaria nel bilancio del Comune, senza comportare aggravi fiscali o tariffari per i cittadini. Da parte sua, Pisapia ha smentito di avere intenzione di introdurre un Ecopass da 10 euro per tutti i veicoli. «L'Ecopass - ha detto - sarà eliminato perché è stato un provvedimento sbagliato».

Redazione online
22 maggio 2011

3
COMMENTI

  Cerca PAGINEGIALLE

sanatoria
22.05|16:20
incaro

Milano=Napoli ? prima si commetteno reati e poi si introduce la sanatoria per comprarsi il voto anziché un pacco di maccheroni! é mai possibile che chi sbaglia ora non paga? Certo l'esempio viene dall'alto!...

Le solite bassezze
22.05|16:20
Vinkezio

E gli italiani si vendono, anzi si svendono! Una volta erano gli spaghetti ora le multe e condoni vari. Questa non è politica seria, è un mercato quello dei voti! E' una vergogna. Con così poco vogliono comprare molto: la nostra libertà e dignità. Nessun compromesso.

Ennesima mossa disperata
22.05|16:20
Lettore_734973

Dopo aver abolito l' ecopass (ma quando? non mi risulta la Giunta si sia riunita per deliberare), dopo la sgangherata promessa di due ministeri a Milano (qualcuno mi spiegherà che attinenza c' è con l' elezione del Sindaco : avremo forse i ministeri solo se vince la Moratti?), ecco un ulteriore fanfaluca: sanatoria delle multe. Ammesso sia vero e sia tecnicamente possibile, mi chiedo: chi paga ?



Pubblicato il 22/5/2011 alle 16.26 nella rubrica di tutto un po...(politica).

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web